• “L’odore assordante del bianco” al Napoli Teatro Festival

    Nel testo di Stefano Massini “L’odore assordante del bianco” c’è un personaggio che ne incarna due ben distinti: Vincent, l’uomo in lotta contro il “castello bianco” in cui è forzatamente rinchiuso, e Van Gogh, il pittore piegato dall’assenza di colori a cui manca la sua arte. Alessandro Preziosi interpreta magistralmente entrambi questi volti, attraverso un continuo scambio di parole tra Vincent Van Gogh e il fratello Theo. Emerge dallo spettacolo il fragile confine tra verità e fantasia, tra malattia e “normalità”: non c’è verdetto né cura da prescrivere, c’è solo una vita in bilico, geniale, disperata e desolatamente sola.

     

     

     

    Napoli

    Napoli Teatro Festival – Palazzo Reale

    27 giugno 2017

    Testo di Stefano Massini

    Regia di Alessandro Maggi

    Con Alessandro Preziosi, Francesco Biscione, Massimo Nicolini, Roberto Manzi, Alessio Gechi, Vincenzo Zampa

    Coproduzione Khora.teatro, Teatro Stabile d’Abruzzo, in collaborazione con Festival Spoleto 60

  • “The spirit within” al Teatro NO’HMA

    Allo Spazio Teatro NO’HMA (ex palazzina dell’acqua potabile) è andato in scena “The spirit within: music and dance of native americans”, uno spettacolo che rientra nell’ambito del Premio Internazionale “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro.

    Danza e canti dei Sioux, con le loro tradizioni: in scena anche la sacralità della terra, la grande madre. Uno spettacolo colmo di spiritualità e poesia che scandisce i racconti della vita, autentici. 
    Il gruppo ha anche lo scopo di sensibilizzazione sul problema dell’oleodotto che il governo vuole installare sul loro territorio sacro. 
    A ricevere gli spettatori una padrona di casa d’eccezione: Livia Pomodoro.

     

     

    Milano

    Spazio Teatro NO’HMA

    14 e 15 giugno 2017

    con Wayne Silas, Star Whiteye, Adrian Harjo, Ria Thundercloud

    Compagnia The Native American Dance Ensemble

     

  • “Il nome della rosa” al Teatro Carignano

    Vedere “Il nome della rosa” a teatro è stato curioso e incredibile: da un romanzo intenso e quasi liturgico nella sua ben precisa struttura, Stefano Massini è riuscito a ricavare una versione teatrale snella e incalzante. La regia di Leo Muscato conferisce all’impianto scenico un taglio “quasi cinematografico” e la storia riesce a rivelare tutta la sua attualità. Al centro dell’opera c’è la battaglia per la verità: un uomo che crede fermamente di possederla (il venerabile Jorge) è disposto a distruggere un patrimonio inestimabile pur di difenderla. Nulla vale di più, persino la vita umana passa in secondo piano.

    Diffida, Adso, dei profeti e di chi è disposto a morire per la verità. Di solito trascinano molti con loro, talvolta prima di loro, talvolta al posto loro.

     

     

    Torino

    Teatro Carignano

    Dal 23 maggio all’11 giugno 2017

    Versione teatrale di Stefano Massini

    Regia di Leo Muscato

    Con Eugenio Allegri, Giovanni Anzaldo, Giulio Baraldi, Renato Carpentieri, Luigi Diberti, Marco Gobetti, Luca Lazzareschi, Daniele Marmi, Mauro Parrinello, Alfonso Postiglione, Arianna Primavera, Franco Ravera, Marco Zannoni

    Produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Teatro Stabile di Genova,
    Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale

  • “Separati” al Teatro Martinitt

    Al Teatro Martinitt, “Separati” ha chiuso ieri sera la stagione teatrale di commedie italiane contemporanee: lo spettacolo racconta le storie di quattro amici e una donna separati. Si tratta di storie difficili, conflittuali con gli ex compagni, intrise allo stesso tempo di banalità, di situazioni amare ma anche divertenti che invitano alla riflessione, di luoghi comuni che servono a raccontare il disagio dei protagonisti con l’amore, il tentativo di comunicarlo, il confronto. Un linguaggio in alcuni momenti drammatico, tanto da spegnere il sorriso sulle labbra, una scenografia che incombe su tutto dando l’idea di provvisorietà… Uno spettacolo davvero riuscito!

     

     

    Milano

    Teatro Martinitt

    Dal 18 maggio al 4 giugno 2017

    Regia e drammaturgia di Alessandro Capone

    Con Francesco Bauco, Emy Bergamo, Roberto D’Alessandro, Giampiero Mancini, Massimiliano Vado

     

    Foto ufficiale dello spettacolo al Teatro Martinitt