“L’uomo dal fiore in bocca” al Teatro Ariosto

“L’uomo dal fiore in bocca… e non solo” è uno spettacolo che mescola il monologo originale ad altre novelle di Pirandello, per raccontare l’incomunicabilità della morte. Il protagonista, colpito da un epitelioma (il fiore in bocca) è destinato a morire e, come un condannato, si affanna a riempire di “vita” i suoi ultimi giorni. Discorrere con l’uomo pacifico, alla stazione, è desolatamente solo evocazione di ricordi: una commessa che incarta regali, l’attesa dei treni che passano, la conta dei fili d’erba… tutta vita che corre, suo malgrado altrove.

Da quella stazione non inizierà alcun viaggio, nemmeno verso la morte.

L’uomo non è mai così grande come quando si sente piccolo.

 

 

Reggio Emilia 

Teatro Ariosto

Dal 14 al 15 marzo 2017

Regia di Gabriele Lavia

Con Gabriele Lavia e Michele Demaria

Produzione Fondazione Teatro della Toscana e Teatro Stabile di Genova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *