“Occident Express” al Piccolo Teatro Grassi

Haifa è una donna anziana “nata per stare ferma” che si trova improvvisamente immersa in una nuvola di fumo di carne bruciata, dopo che l’Isis ha distrutto il suo villaggio fatto di “cubi di cemento”. Comincia così, mettendosi in salvo con la nipotina, un incredibile viaggio di 5.000 km verso una meta improbabile, che prende forma dopo una serie interminabile di difficoltà sovrumane e di approdi invivibili.

Il sottofondo di questo allucinante racconto è affidato alla musica di Enrico Fink, eseguita dall’Orchestra Multietnica di Arezzo (otto elementi), che accompagna lo spettatore in un’atmosfera carica di emozioni e di stupore.  

 

 

Milano

Piccolo Teatro Grassi

Dal 16 al 21 ottobre 2018

Scritto da Stefano Massini

A cura di Enrico Fink e Ottavia Piccolo

Con Ottavia Piccolo e l’Orchestra Multietnica Di Arezzo: Gianni Micheli clarinetti e fisarmonica; Massimo Ferri oud, cümbüs, bouzouki, chitarra; Luca Roccia Baldini basso e contrabbasso; Mariel Tahiraj violino; Leidy Natalia Orozco viola; Maria Clara Verdelli violoncello; Massimiliano Dragoni salterio e percussioni; Enrico Fink flauto

Produzione Teatro Stabile dell’Umbria/Officine della Cultura

 

Foto Botticelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *