• “Prometeo” all’Auditorium R. Gervasio

    Prometeo, “colui che pensa prima” e che anticipa sia il pensiero dei comuni mortali sia quello di Zeus, viene portato in scena dalla voce di Alessandro Preziosi.

    Il testo trae ispirazione dalla tragedia di Eschilo, intrecciata a pezzi della Genesi e altri testi più moderni di Lord Byron, Goethe e Simone Weil. Il male è un argomento assoluto nelle opere e sul palco: Prometeo si arrovella e si interroga sulla sua condizione causata dall’amore che prova per l’umanità.

    Le sue emozioni vengono amplificate e trasmesse allo spettatore grazie alla musica elettronica, composta per lo spettacolo da Paky Di Maio.

    Guardatemi, io sono un Dio!
    E guardate che cosa mi hanno fatto gli Dei!

     

     

    Matera

    Auditorium R. Gervasio

    26 luglio 2017

    con Alessandro Preziosi

    Produzione Khora Teatro

  • “L’odore assordante del bianco” al Napoli Teatro Festival

    Nel testo di Stefano Massini “L’odore assordante del bianco” c’è un personaggio che ne incarna due ben distinti: Vincent, l’uomo in lotta contro il “castello bianco” in cui è forzatamente rinchiuso, e Van Gogh, il pittore piegato dall’assenza di colori a cui manca la sua arte. Alessandro Preziosi interpreta magistralmente entrambi questi volti, attraverso un continuo scambio di parole tra Vincent Van Gogh e il fratello Theo. Emerge dallo spettacolo il fragile confine tra verità e fantasia, tra malattia e “normalità”: non c’è verdetto né cura da prescrivere, c’è solo una vita in bilico, geniale, disperata e desolatamente sola.

     

     

     

    Napoli

    Napoli Teatro Festival – Palazzo Reale

    27 giugno 2017

    Testo di Stefano Massini

    Regia di Alessandro Maggi

    Con Alessandro Preziosi, Francesco Biscione, Massimo Nicolini, Roberto Manzi, Alessio Gechi, Vincenzo Zampa

    Coproduzione Khora.teatro, Teatro Stabile d’Abruzzo, in collaborazione con Festival Spoleto 60