• “Storia di un’amicizia” al Teatro Franco Parenti

    Condensare in uno spettacolo teatrale di tre ore la tetralogia di Elena Ferrante è un’impresa ardua, sia per la densità di contenuti sia per il numero di personaggi. La Compagnia Fanny & Alexander sceglie di concentrarsi sulle protagoniste principali, Lila e Lenù, seguendo il filo conduttore della perdita delle bambole e, da lì, sviluppando la loro intera vita.

    Nonostante i registri narrativi scelti siano diversi e passino dal video alla danza, dal gesto alla musica, e nonostante il clima del rione arrivi così al pubblico in maniera amplificata, quello che manca è l’eccesso dell’amicizia totalizzante di Lila e Lenù.

    Ci piaceva molto sedere l’una accanto all’altra, io bionda, lei bruna, io tranquilla, lei nervosa, io simpatica, lei perfida, noi due opposte e concordi, noi due distanti dalle altre donne gravide che spiavamo con ironia.

     

     

    Milano

    Teatro Franco Parenti

    Dal 26 al 28 ottobre 2018

    Ideazione di Chiara Lagani e Luigi De Angelis

    Regia di Luigi De Angelis

    Con Chiara Lagani e Fiorenza Menni

    Produzione Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia/ Ravenna Festival/ E-production, in collaborazione con Ateliersi

     

  • “Questioni di cuore” al Teatro Franco Parenti

    La voce di Ornella Vanoni accompagna questo reading in cui Lella Costa sceglie alcune delle lettere pubblicate su “Il Venerdì” di Repubblica, completandole con le (mai scontate) risposte di Natalia Aspesi: ne emerge un ritratto scanzonato e malinconico dell’amore, in tutte le sue forme. Non corrisposto, tradito, mai conosciuto, cercato, passionale, platonico, a distanza, brutale, finito… ascoltiamo le sue migliaia di sfumature.

    Così Lella Costa ci restituisce i nostri stessi timori e le nostre stesse speranze, omaggiando la rubrica “Lettere del cuore” e la delicatezza con cui Natalia Aspesi ha consolato e compreso centinaia di uomini e donne spaesati.

     

     

    Milano

    Teatro Franco Parenti

    7 ottobre 2018

    Da un’idea di Aldo Balzanelli

    Lettere pubblicate nel libro Amore mio, ti odio

    Con Lella Costa 

    Produzione Mismaonda

  • “Il segreto della vita” al Teatro Franco Parenti

    Rosalind Franklin è stata la prima scienziata a fotografare i filamenti di DNA: la storia ha raccontato per anni un’altra versione ma questa è la verità, la fotografia 51 è opera sua.

    Poco importa che ad aver vinto il Premio Nobel per la Medicina siano stati Watson, Crick e Wilkins, quando ormai Rosalind era morta proprio a causa dell’eccessiva esposizione ai raggi X; soltanto la sua dedizione ha permesso ai tre scienziati di creare il rivoluzionario modello a doppia elica.

    Lo spettacolo sottolinea proprio la forza di Rosalind che, nonostante il suo destino tragico, l’ha resa indimenticabile: senza riconoscimenti.

    È quello che desideriamo, e ancora non siamo riusciti a ottenere, a definirci

     

     

    Milano

    Teatro Franco Parenti

    Dal 3 al 15 aprile 2018

    Di Anna Ziegler

    Regia di Filippo Dini

    Con Lucia Mascino, Filippo Dini, Giulio Della Monica, Dario Iubatti, Alessandro Tedeschi, Paolo Zuccari

    Produzione Teatro Eliseo 

     

    Foto di Bepi Caroli

  • “Lacci” al Teatro Franco Parenti

    All’inizio c’è una corrispondenza monca, priva di risposte necessarie: a scrivere è una moglie abbandonata che indirizza al marito le sue frustrazioni. In quelle lettere c’è una vita spezzata, in equilibrio tra due figli e la solitudine inaspettata.

    Con il cambio di scena vediamo una coppia di anziani che, rientrata dalle vacanze, trova la casa devastata: è in quella crudele desolazione che i due rivivono il dolore della separazione e, ancora viva, la crudeltà del ricongiungimento.  

    “Lacci” è un romanzo feroce, che emerge sulla scena in tutta la sua complessità e tocca il pubblico nel profondo delle sue paure.  

    Ammesso che io ti abbia mai amato – e oggi non ne sono sicura: l’amore è un contenitore dentro cui ficchiamo tutto –, è durata poco.

     

    Milano

    Teatro Franco Parenti

    Dal 24 al 28 gennaio 2018

    Di Domenico Starnone

    Regia di Armando Pugliese

    Con Silvio Orlando, Pier Giorgio Bellocchio, Roberto Nobile, Maria Laura Rondanini, Vanessa Scalera, Matteo Lucchini

    Produzione Cardellino Srl

  • “I ragazzi del massacro” al Teatro Franco Parenti

    “I ragazzi del massacro” di Giorgio Scerbanenco è un romanzo che racconta un crimine ma è prima di tutto una profonda riflessione sulla giustizia. Quello che emerge anche dallo spettacolo teatrale è infatti l’impossibilità di accettare la legge per quello che è: un dato freddo e oggettivo da rispettare.

    Ci sono omicidi che portano con sé una cattiveria tale che il rispetto della legge non può coincidere con la giustizia. Duca Lamberti, il protagonista, si trova di fronte a questo dilemma e, una volta individuato il colpevole, farà i conti con l’istinto alla vendetta per il pareggiamento dei conti.

     

     

    Milano

    Teatro Franco Parenti

    Dall’11 al 24 gennaio 2018

    Uno spettacolo di Paolo Trotti

    Con Stefano Annoni, Diego Paul Galtieri, Federica Gelosa

    Produzione Teatro Linguaggicreativi

  • “Sorelle Materassi” al Teatro Franco Parenti

    Al Teatro Franco Parenti Geppy Gleijeses firma la regia di “Sorelle Materassi”, con tre grandi interpreti: Lucia Poli, Milena Vukotic, Marilù Prati. Tratto dal romanzo di Aldo Palazzeschi, lo spettacolo racconta la storia di tre zie nubili che vivono agiatamente le loro vite tranquille e monotone, interrotte dalla vita vuota e frenetica del nipote perditempo che non si fa scrupolo di trattarle male per ottenere ciò che vuole e che le porterà alla rovina.

    La bellezza di questa storia viene amplificata dall’interpretazione delle protagoniste, che esprimono realisticamente l’amore sconfinato per il nipote. Da non perdere assolutamente, brave!

     

     

    Milano

    Teatro Franco Parenti

    Dal 9 al 21 gennaio 2018

    Adattamento di Ugo Chiti dal romanzo di Aldo Palazzeschi

    Regia di Geppy Gleijeses

    Con Lucia Poli, Milena Vukotic, Marilù Prati, Gabriele Anagni, Sandra Garuglieri, Luca Mandarini, Roberta Lucca

    Produzione Gitiesse Artisti Riuniti

     

    Foto ufficiale dello spettacolo al Teatro Franco Parenti

  • “Il Dio di Roserio” e l’agonismo disperato

    “Il Dio di Roserio” è il romanzo d’esordio di Giovanni Testori, pubblicato da Einaudi all’interno della collana dei Gettoni nel 1954. Testori racconta il ciclismo portando il lettore in sella alla bicicletta di Sergio Consonni, gregario di Dante Pessina, e poi in mezzo alla strada, descrivendo il paesaggio, la fatica e i pensieri dei due compagni, i gesti ricorrenti della corsa, le voci dialettali che si intrecciano, la fisicità estrema della gara. Sembra davvero di essere investiti dalla velocità dei due ciclisti e Fabrizio Gifuni, nel suo spettacolo al Franco Parenti, rende il ritmo folle del primo capitolo magnificamente.